Trovati 7313 documenti.

Il Tempo della donna
0 0 0
Libri Moderni

Perna, Gabriele - Perna, Roberto

Il Tempo della donna : Figlia e Madre dell'universo, il futuro dell'umanità è nelle tue mani

San Pietro In Cariano (Vr) : Il Segno dei Gabrielli Editori, c2017

La saggezza e l'audacia
0 0 0
Libri Moderni

Sassoli, David

La saggezza e l'audacia : discorsi per l'Italia e per l'Europa / David Sassoli

Milano : Feltrinelli, 2023

Abstract: David Sassoli è scomparso l’11 gennaio 2022. Oggi possiamo ereditare le parole e le intuizioni, l’esperienza e lo sguardo di un grande politico italiano. David Sassoli aveva un’idea chiara dell’Italia e dell’Europa: aperte al futuro e consapevoli delle proprie imperfezioni. «Uomini come David Sassoli conoscevano bene la responsabilità che ha l’Europa e che hanno i singoli individui di preservare i nostri diritti. E questo libro è un po’ la consapevolezza che ci lascia in eredità, e che è un bene che oggi possiamo leggerne e rileggerne.» - Alessandro Tacchino per Maremosso “La pandemia non arretra, l’uscita dal tunnel continua ad allontanarsi e stiamo tardando a vedere i progressi di cui l’Unione ha bisogno, il progetto europeo di speranza che tutti i nostri concittadini europei stanno aspettando. Naturalmente abbiamo progetti ambiziosi per la nostra Europa, sono sul tappeto fin dall’inizio della legislatura, e li stiamo perseguendo caparbiamente, cambiando le cose, trovando un consenso tra di noi, insomma, avanzando e superando le nostre differenze. Certo, il Green Deal, la transizione digitale, un’Europa più forte e democratica, una maggiore giustizia sociale, sono progetti forti e indispensabili che l’Europa sta portando avanti, e dobbiamo riuscirci per lealtà verso i nostri concittadini. Ma l’Europa ha anche e soprattutto bisogno di un nuovo progetto di speranza, un progetto che ci accomuni, un progetto che possa incarnare la nostra Unione, i nostri valori e la nostra civiltà, un progetto che sia ovvio per tutti gli europei e che ci permetta di unirci. Penso che questo progetto possa essere costruito intorno a tre assi forti, a un triplice desiderio di Europa che sia unanimemente condiviso da tutti gli europei: quello di un’Europa che innova, di un’Europa che protegge e di un’Europa che sia faro.” Esistono tante idee di Europa. La raccolta dei discorsi di David Sassoli, dentro e fuori dalle istituzioni, ci indica una via: abbiamo bisogno di innovazione non solo nella tecnologia, ma nelle istituzioni, nelle politiche, nei nostri modi di agire e nei nostri stili di vita. Lo chiede la transizione ecologica. Dobbiamo ripristinare l’idea che l’Europa ci protegge: protegge i suoi confini, i suoi cittadini, agisce per la loro sicurezza, per il bene comune e per la sovranità di ciascuno dei suoi Stati membri. Ma l’Europa deve anche ritrovare l’orgoglio del suo modello democratico. Dobbiamo desiderare che questo modello di democrazia, di libertà e di prosperità si diffonda, che attiri, che faccia sognare e non solo i nostri stessi concittadini europei, ma anche al di là delle nostre frontiere. Perché i cittadini europei sentiranno di appartenere all’Europa soltanto se il suo modello politico funge da esempio e attrae.

Il battito del cuore degli alberi
0 0 0
Libri Moderni

Wohlleben, Peter

Il battito del cuore degli alberi : il legame nascosto fra uomini e natura / Peter Wohlleben ; traduzione di Giuliana Mancuso

Milano : Garzanti, 2022

Saggi

Abstract: L'impatto che l'uomo ha sul pianeta è innegabile, e anche quando non intendiamo deliberatamente distruggere l'ambiente ce ne allontaniamo e restiamo intrappolati nel consumismo della nostra vita quotidiana. Eppure Peter Wohlleben è convinto che il nostro legame con la madre Terra sia ancora forte, e la nostra connessione con il suo magnifico e perfetto meccanismo molto più stretta di quanto non ne siamo consapevoli. Utilizzando le ultime scoperte scientifiche e decenni di osservazioni personali, ci aiuta a scoprire per esempio che la pressione sanguigna si normalizza in prossimità degli alberi, che il colore verde è in grado di rasserenare, che all'interno di una foresta i sensi si risvegliano e si è in grado di vedere meglio, ascoltare meglio, sentire meglio gli odori; ma scopriamo curiosamente che questa relazione sa essere benefica anche nel senso contrario e che le piante possono reagire positivamente al contatto umano. Grazie a questo libro si entra così in un cosmo meraviglioso in cui l'uomo è parte integrante del pianeta, e si comprende perché non è affatto troppo tardi per iniziare davvero a proteggere la natura e quindi noi stessi.

Freegida
0 0 0
Libri Moderni

Linda & Penny

Freegida : sesso, tinder, masturbazione e altri cazzi / Linda & Penny

Milano : Mondadori, 2022

Abstract: «Se cominciassimo a trattare il desiderio come un'esigenza reale, qualcosa di fisiologico che va stimolato, capito e gestito, anziché sottoposto a un giudizio continuo, affronteremmo tutti la sessualità con molta più sicurezza in noi stessi. Se solo l'educazione sessuale si occupasse di quanto sia importante esplorare i nostri corpi per imparare cosa ci fa stare bene e in che modo possiamo convivere con la nostra sessualità in maniera naturale e costruttiva - kink e sex toys compresi - forse potremmo evitare anche quelle gite al pronto soccorso con i würstel incastrati in orifizi fino a un momento prima sconosciuti.» Linda e Penny sono due donne che parlano di sesso. Di dating online, di sexting, masturbazione, pornografia, consenso. Lo fanno da amiche, da persone consapevoli, da femministe. Liberamente, senza pose e senza slogan. E basta questo - basta aprire una pagina qualsiasi di questo libro e cominciare a leggere - per mettere a nudo, impietosamente, tutte le comiche rigidità, i preconcetti e le disparità che da decenni, in Italia, affliggono non solo i discorsi e il dibattito attorno alla sfera della sessualità e del desiderio, ma le dinamiche di potere nelle quali siamo quotidianamente immersi, le relazioni con gli altri e persino il rapporto con noi stessi. Prefazione di Giorgia Soleri.

I figli che non voglio
0 0 0
Libri Moderni

Malaguti, Andrea

I figli che non voglio / a cura di Simonetta Sciandivasci ; prefazione di Andrea Malaguti

Milano : Mondadori, 2022

Strade blu

Abstract: Inverno demografico: e davanti a noi si stendono pianure infeconde e ghiacciate da far impallidire Il Trono di Spade, nella mente risuonano echi di tragedie shakespeariane. In Italia non si fanno più figli, dove andrà a finire la nostra civiltà, ma soprattutto: chi pagherà le nostre pensioni? Ma che senso ha insistere a credere che l'unico modo per tenere in piedi il sistema sia procreare, anche laddove le donne - per la precisione una minoranza di donne quantificata dall'Istat nel 5 per cento - pur essendo nelle condizioni di fare figli, non li vuole? Rispetto al tema della maternità spesso vincono gli schematismi e le donne si trovano rappresentate o come vittime di un Paese in cui fare figli è un privilegio - la precarietà del lavoro, gli stipendi bassi, gli asili inaccessibili, lo stato sociale che non provvede come dovrebbe -, o come un manipolo di ciniche, superficiali, carrieriste e future pentite destinate a una vecchiaia solitaria e amareggiata dal rimpianto di non essersi riprodotte. Tra questi due poli ci sono le persone vere, a cui danno voce gli interventi raccolti in questo libro. Tante donne, ma anche alcuni uomini, che hanno raccolto la sfida lanciata da Simonetta Sciandivasci con lucidità e ironia sulle pagine dello "Specchio", inserto culturale della "Stampa", una sfida a interrogarsi sui motivi per cui si diventa genitori oppure no, a ragionare sulle diverse possibili fisionomie di una famiglia. C'è chi si dichiara fautrice dell'agnosticismo procreativo, perché diventare genitore è qualcosa di così intimo e personale da rendere impossibili posizioni di principio, chi insiste sulla necessità di rendere più semplice l'adozione per i genitori single, chi accusa il peso dei condizionamenti del passato e chi prova a sostenere le ragioni dell'incoscienza. Chi valuta il congelamento degli ovuli prima di intraprendere un percorso di transizione da donna a uomo, chi sostiene che i padri siano ben felici di non avere la parità genitoriale e chi patisce l'onnipotenza delle madri in caso di separazione. Ci sono donne che chiedono più rispetto per la scelta di non essere madri, uomini che provano a smontare i narcisismi, le fragilità, le contraddizioni dell'essere padre. E poi ci sono doti che attendono pazienti nei bauli, nonne e madri che attendono nipoti da figlie che con noncuranza varcano la soglia dei trentacinque anni... Una carrellata di interventi non ortodossi, pieni di intelligenza e senso critico, un vademecum fondamentale per chiunque sia interessato all'argomento. Un dibattito che ci fornisce ottimi strumenti per "smettere di pensare che l'inverno demografico sia una questione morale o economica: è, invece, una questione di prospettiva, che impone nuove lenti; è una questione di geografia politica e riorganizzazione del mondo secondo nuovi criteri".

Paesaggio civile
0 0 0
Libri Moderni

Iovino, Serenella

Paesaggio civile : storie di ambiente, cultura e resistenza / Serenella Iovino

Milano : Il saggiatore, 2022

La cultura ; 1619

Abstract: In un appassionato viaggio lungo la Penisola, Serenella Iovino ci mostra il paesaggio italiano: i resti di Gibellina su cui oggi sorge il Cretto di Burri, i territori porosi di Napoli e la bellezza anfibia di Venezia, le terre dolenti dell'Irpinia e dell'Aquila, e poi le Langhe, dove vigneti sterminati si intrecciano al passato partigiano. Di ognuno di questi paesaggi riesce a portare alla luce le ferite e i riscatti, le amnesie e le memorie che dicono chi siamo e chi vogliamo essere. Fin dalle prime pagine di "Paesaggio civile", Serenella Iovino chiarisce subito che il paesaggio non è mai semplicemente un'esperienza estetica o una porzione di territorio catturata dal nostro sguardo. Ridurlo a questo significherebbe tradirlo. Il paesaggio, invece, è la sintesi dei corpi e delle storie che nel tempo ne hanno determinato la forma, e insieme è l'anima di comunità e luoghi che aspirano al futuro. Il paesaggio è un noi, un orizzonte politico che include tutti, e raccontarlo significa parlare delle violenze e degli abusi che lo sfigurano, ma anche dei sogni e dei progetti artistici che rispondono a queste violenze e abusi, e si impongono come necessari gesti di resistenza.

L'imperatore d'America
0 0 0
Libri Moderni

Pollack, Martin

L'imperatore d'America : la grande fuga dalla Galizia / Martin Pollack ; traduzione di Enrico Arosio

Rovereto : Keller, 2022

Razione k

Abstract: All'inizio del secolo, l'immagine della Statua della Libertà attirò centinaia di migliaia di persone attraverso l'oceano. Fu l'inizio di un'ondata di emigrazione dalla Galizia, - una terra molto povera dell'impero austro-ungarico-, che gradualmente si trasformò in una migrazione di massa. Contadini, artigiani, venditori ambulanti, pensatori ebrei anticonformisti: tutti si mossero alla ricerca di un futuro migliore nella ferma convinzione che «l'Imperatore d'America» li avrebbe accolti a braccia aperte. Attorno a questa speranza si sviluppò presto un business redditizio, con molti profittatori: agenti, funzionari, polizia, aziende americane e, non ultime, le grandi compagnie di navigazione - come la Hamburg America Line (Hapag). Martin Pollack descrive vividamente il grande esodo migratorio attraverso molte storie tra le quali quelle del calzolaio Mendel Beck, dell'agente Julius Löwenberg e del potente armatore Alfred Ballin. Racconta degli eterni perdenti che cercano una vita migliore e dei vincitori di sempre che hanno speculato sulle disgrazie altrui.

L'ora del caffè
0 0 0
Libri Moderni

Carofiglio, Gianrico - Carofiglio, Giorgia

L'ora del caffè : manuale di conversazione per generazioni incompatibili / Gianrico Carofiglio, Giorgia Carofiglio

Milano : Einaudi, 2022

Einaudi. Stile libero big

Abstract: «È tempo di sospendere le nostre certezze e di iniziare un viaggio negli universi stravaganti degli altri». Possiamo passare una vita a discutere senza mai capirci, in particolare quando apparteniamo a generazioni diverse. Quasi sempre è un problema di coordinate: ognuno ha le sue e rifiuta di abbandonarle, anche solo un po'. Essere figlia e padre non semplifica le cose. Stanchi di «conversare a vuoto», Giorgia e Gianrico Carofiglio si sono seduti a un tavolo e hanno affrontato con occhi nuovi alcuni degli argomenti che più li hanno divisi. Questioni che riguardano ciascuno di noi come il clima, il femminismo, il cibo. La politica. Non hanno eliminato tutte le loro divergenze, ma hanno elaborato una serie di ragionamenti - veri e propri saggi brevi, tessere di un mosaico sorprendente - in cui si combinano entrambi i punti di vista. Una scommessa audace e allegra sulle possibilità di un linguaggio comune, di un'idea condivisa del mondo e del futuro.

Il peso del colore
0 0 0
Libri Moderni

Galante, Giorgia - Santero, Arianna

Il peso del colore : lavoratrici afrodiscendenti in Italia: un'analisi intersezionale / Giorgia Galante, Arianna Santero

San Pietro in Cariano : Gabrielli, 2022

Intersezioni

Abstract: Il peso del colore sviluppa prospettive essenziali sulla nozione di intersezionalità attraverso le storie lavorative di donne afrodiscendenti in Italia. Intreccia teorie su disuguaglianze, welfare, immigrazione e lavoro con studi culturali, postcoloniali e di genere. Con il suo ricco materiale empirico esplora come donne originarie dall'Africa subsahariana e dal Corno d'Africa creino nuove pratiche e significati di appartenenza oltre i confini. La complessità delle interconnessioni tra migrazioni femminili, carriere lavorative, famiglia e attivismo mette in discussione le immagini stereotipate delle donne afrodiscendenti come oppresse e invita a riformulare i dibattiti sulle pari opportunità e gli interventi per l'inclusione.

Lo sguardo oltre il confine
0 0 0
Libri Moderni

Mannocchi, Francesca

Lo sguardo oltre il confine : dall'Ucraina all'Afghanistan, i conflitti di oggi raccontati ai ragazzi / Francesca Mannocchi

Milano : De Agostini, 2022

Abstract: Il profumo dei cedri libanesi, il colore ocra del tardo pomeriggio afghano, il sorriso di un uomo siriano che in silenzio studia un'ospite straniera per capire se raccontarle la propria storia. Sono solo alcune delle nitide immagini che vedremo attraverso lo sguardo oltre il confine di Francesca Mannocchi, giornalista di guerra sul campo che da molti anni porta nelle nostre case la cronaca di ciò che succede attorno a noi, nelle regioni di Iraq, Libano, Afghanistan, Libia, Siria, fino alle città dell'Ucraina. Paesi distanti e diversi dal nostro solo in apparenza, le cui vicende ci interessano da vicino perché fanno parte dell'oggi che conosciamo, con gli attacchi terroristici, le rivoluzioni, la povertà, le ondate migratorie. Francesca ci conduce nei territori di guerra in un viaggio fatto di luoghi, culture e tradizioni antiche, ma soprattutto di persone, adulti e ragazzi, vite vere di superstiti e combattenti chiamati a difendere la propria casa, i propri diritti, il proprio futuro. Una preziosa testimonianza diretta per ricostruire l'ingarbugliata trama della Storia, perché capire il passato aiuta a districarsi nel presente e, forse, a cambiare il domani. Età di lettura: da 12 anni.

No go zone
0 0 0
Libri Moderni

Gagliardi, Edoardo <1980->

No go zone : quello che non vi dicono sull'immigrazione di massa / Edoardo Gagliardi

Byoblu, 2022

Abstract: L'immigrazione di massa è uno dei fenomeni più complessi e meno compresi del nostro e del precedente secolo, spesso utilizzata da politici, istituzioni e ideologie come strumento per incrementare il consenso o per manipolare l'opinione pubblica. La narrativa ufficiale spiega che le guerre, i conflitti, le crisi economiche e sociali, o addirittura i cambiamenti climatici sono tra le principali cause dell'immigrazione, legale e illegale. Ma è davvero solo questo? O forse dietro l'immigrazione di massa si nascondono interessi ideologici, economici e agende politiche che sfuggono all'attenzione dell'opinione pubblica? Dalle No go zone in Svezia al turismo delle nascite negli Stati Uniti; dagli sbarchi in Italia fino al grande tabù dei rimpatri, passando per i grandi mutamenti etnici e demografici che stanno sconvolgendo l'Europa. Questo libro è un'indagine a tutto campo di un fenomeno su cui spesso volutamente e colpevolmente si tace e sui cui la gran parte dei mezzi di informazione preferiscono sorvolare. Quello che il Potere vuole che i cittadini non sappiano, questo libro ve lo racconta senza peli sulla lingua e oltre il politicamente corretto.

Ambiente
0 0 0
Libri Moderni

Michelin, Davide

Ambiente / [testi Davide Michelin ; illustrazioni Caterina Manganelli

Firenze ; Trieste : Scienza, 2022

Adesso lo so!

Abstract: Che cosa vuol dire "sostenibile"? E che cos'è poi l'ecologia? Questa scienza, nata da poco più di un secolo, negli ultimi decenni è divenuta sempre più importante, perché le attività dell'uomo stanno modificando il pianeta con conseguenze importanti. Già, perché l'umanità dipende dagli ambienti naturali per il cibo, l'acqua, la regolazione del clima e per la sua stessa salute. Per proteggere noi stessi e il nostro pianeta, occorre quindi conoscere le leggi che regolano gli equilibri della Terra, scoprendo che ci vogliono secoli perché si formi una foresta, che le isole sono dei veri e propri laboratori dell'evoluzione, e che la plastica è stata una grande invenzione, che però non usiamo in maniera intelligente... Età di lettura: da 8 anni.

Per una rivoluzione degli affetti
0 0 0
Libri Moderni

Vasallo, Brigitte

Per una rivoluzione degli affetti : pensiero monogamo e terrore poliamoroso / Brigitte Vasallo ; traduzione di Andrea Gatti, Cristina Velázquez Delgado

Firenze : Effequ, 2022

Saggi. Pop ; 70

Abstract: La monogamia ha un ruolo centrale nella storia occidentale, ed è intorno a questa che si sono sviluppati concetti portanti come amore, relazioni, famiglia. Questo libro riflette proprio su come molti dei meccanismi che pensiamo legati all'amore non siano altro che forme imposte, non determinate liberamente e tuttavia intimamente radicate nella società e in ciascun individuo. Capiamo così che intorno alla monogamia si sono formati anche i nostri concetti di Stato, di nazione, di identità, tutti rapporti fondati, in scala più o meno grande, sull'esclusività, sul possesso e sulle gerarchie. Ma non è tutto: alla critica del pensiero monogamo l'autrice, con lunga esperienza nell'attivismo poliamoroso, non risparmia una profonda critica diretta proprio al poliamore: un approccio che, nella prospettiva di questo libro, non riesce ancora a evitare di riprodurre forme di pensiero monogamo. Vasallo, facendo breccia in uno dei pilastri più solidi di tutta la storia occidentale, ci mostra le possibilità di un approccio diverso per un mondo diverso, per una radicale rivoluzione nelle relazioni, che siano erotiche, familiari o comunitarie.

Dieci cose che ho imparato
0 0 0
Libri Moderni

Angela, Piero

Dieci cose che ho imparato / Piero Angela

Milano : Mondadori, 2022

Vivavoce

Abstract: "Questo libro raccoglie alcune cose che ho imparato in tanti anni di professione, di incontri, di esperienze, di libri letti e scritti, di speranze e delusioni..." Così Piero Angela riassume e spiega la sua ultima fatica, un testo scritto di getto e nato dall'urgenza del momento, e dalle enormi sfide che ci attendono. Un lascito morale, dopo una lunghissima carriera al servizio dell'informazione e della formazione di generazioni di italiani. "Com'è possibile" si chiede in queste pagine "che un paese come l'Italia, che ha marcato profondamente per secoli il cammino della civiltà, oggi sia così in difficoltà, e abbia perso le sue luci?" La risposta è in dieci semplici capitoli, dieci aree critiche su cui occorre agire. Per oltre cinquant'anni Piero Angela si è occupato a tempo pieno di scienza, tecnologia, ambiente, informazione, energia, televisione, comportamenti, e ha scritto "Dieci cose che ho imparato" per condividere con i lettori alcune proposte, frutto della sua lunga esperienza sul campo. Con questo libro, a cui ha lavorato fino all'ultimo, colui che è stato per tutti il volto rassicurante della scienza ha voluto dirci come usarla per migliorare le cose. Per rilanciare l'Italia con una nuova visione.

Non farcela come stile di vita
0 0 0
Libri Moderni

Fiore, Francesca <1983- > - Malnerich, Sarah

Non farcela come stile di vita : una guida per diversamente performanti / Francesca Fiore, Sarah Malnerich

Milano : Feltrinelli, 2022

Urra

Abstract: Noi diversamente performanti esistiamo davvero, non solo nei giudizi delle nostre madri e nella nostra psiche. Noi, che non ci collochiamo né qui né lì, o meglio, a volte qui, a volte lì, tiriamo avanti per la nostra strada con una sola costante: ci sentiamo sempre come se stessimo perdendo qualcosa, in colpa, in difetto. Le donne hanno risorse infinite, come lo fa la mamma non lo fa nessuno, i figli sono delle madri, le donne sono multitasking. Quante volte abbiamo sentito queste frasi? Belle eh, ma non ci vivremmo. Pettineranno forse il nostro ego, ma ormai abbiamo capito la tattica e respingiamo al mittente i complimenti: preferiamo essere disorganizzate, approssimative e procrastinatrici. Sì, abbiamo bisogno di un metodo, che poi ovviamente non seguiremo. Avremmo bisogno di una guida, ma - siamo serie - chi avrebbe il tempo di darle retta? Lavora come se non avessi una famiglia e prenditi cura della famiglia come se non avessi un lavoro: è il paradosso moderno. Quindi non perdiamo tempo, e troviamo la via meno difficile, sediamoci e guardiamo passare quelle che ce la fanno, che la strada è larga e c'è spazio per tutte. Noi abbassiamo le aspettative e abbracciamo la nostra inadeguatezza. E se il modo di farcela fosse proprio non farcela?

Sotto un cielo bianco
0 0 0
Libri Moderni

Kolbert, Elizabeth

Sotto un cielo bianco : la natura del futuro / Elizabeth Kolbert ; traduzione dall'inglese di Raffaella Vitangeli

Vicenza : Pozza, 2022

I colibrì

Abstract: Nel 1962 la biologa Rachel Carson, considerata madre dell'ambientalismo, in "Primavera silenziosa" metteva in guardia il mondo contro l'uso di pesticidi, una clava contro gli esseri viventi. Oggi, sessant'anni dopo, nel bel mezzo dell'Antropocene, l'era geologica in cui la profezia dell'uomo dominatore «su tutta la terra e su ogni rettile che vi strisci sopra» si è fatta realtà, lasciare che la natura ripari sé stessa non sembra più un'opzione percorribile. Dopo "La sesta estinzione" che le è valso il Pulitzer, Elizabeth Kolbert riprende la parola con autorevolezza nel dibattito globale sul cambiamento climatico per analizzare da vicino alcune recenti, raffinatissime tecnologie messe in atto per invertire quella caduta verticale verso il disastro irreversibile. Partendo dunque dal presupposto che nemmeno l'immediata (e inattuabile) dismissione di secoli di progresso tecnologico ci restituirebbe ipso facto la natura, bisogna guardare con attenzione a tutti i tentativi di salvare il pianeta. Anche ai più stravaganti, anche a quelli più pericolosi. Perché, in effetti, il paradosso dell'Antropocene è la ricerca di soluzioni tecnologiche a problemi creati da chi cercava a sua volta soluzioni tecnologiche a problemi precedenti. Kolbert dunque incontra biologi che cercano di preservare il pesce più raro del mondo che vive in una minuscola pozza nel deserto del Mojave, ingegneri islandesi che trasformano l'anidride carbonica in roccia, ricercatori australiani che tentano di selezionare un supercorallo che sopravviva al mare troppo caldo e acido, genetisti che modificano specie animali per farle estinguere, fisici che progettano di sparare nella stratosfera microscopici diamanti che intercettino la luce solare, raffrescando la terra ma cambiando il colore del cielo. Sono diecimila anni che l'umanità si esercita a sfidare la natura, e se Kolbert nel libro precedente aveva esplorato i modi in cui la nostra capacità di distruzione ha rimodellato il mondo naturale, ora invita a concentrarsi sulle sfide che ci attendono. Anche se si tratta di fiumi elettrificati, di roditori e rospi "riprogettati", di grotte finte, del cielo sopra le nostre teste che potrebbe diventare bianco.

Lettera alla tribù bianca
0 0 0
Libri Moderni

ZANOTELLI, Alex

Lettera alla tribù bianca / Alex Zanotelli

Milano : Feltrinelli, 2022

Serie bianca

Abstract: Alex Zanotelli è stato inviato in Italia dai baraccati di Korogocho a "convertire la sua tribù bianca". Il mondo "bianco" è attraversato ogni giorno da chi fugge dalla fame, dalle guerre e dai disastri climatici: frutto amaro di un sistema economico, finanziario e militarizzato iniquo. Il Mediterraneo, ormai, è diventato il cimitero dei "volti scuri". La tribù bianca si difende con muri, fili spinati e polizia. L'egoismo, eretto a sistema, che pervade la nostra società e la nostra cultura sta devastando la Terra e gli altri popoli, devasterà anche noi stessi. Abbiamo perso l'empatia? "Questo rifiuto dell''altro'," scrive Zanotelli, "impoverito ed emarginato, sottintende un razzismo strisciante che pervade la tribù bianca." Un razzismo cavalcato dall'estrema destra, nel quale l'eresia del suprematismo bianco trova le sue radici. La rapida espansione dell'estremismo di destra, anche in Italia, è forse il segno della non-coscienza di essere parte della tribù bianca e della rimozione del nostro colonialismo in Africa? Zanotelli getta luce su un intero sistema fatto di disuguaglianze, di diritti negati e di disimpegno nei confronti di una crisi climatica che coincide sempre più con un atto di violenza globale. Ma indica anche una via di speranza: è possibile incamminarsi per la strada di "un'umanità plurale", che comincia con l'accoglienza dell'"altro", ricco per me perché diverso da me.

The game
0 0 0
Libri Moderni

Baricco, Alessandro

The game : storie del mondo digitale per ragazzi avventurosi / Alessandro Baricco ; [testi] Sara Beltrame ; [illustrazioni] Tommaso Rosin

Milano : Feltrinelli, 2022

Universale economica. Ragazzi

Abstract: Il Game è un territorio che abbiamo fondato, dove ci ritroviamo quando usiamo uno smartphone, scarichiamo una app o giochiamo a un videogame. Sembra un luogo divertente nel quale entrare e da cui uscire tutte le volte che vogliamo, ma le sue regole non sono così semplici. Per abitarlo senza paura e migliorarlo, lo navigheremo dagli anni della sua fondazione fino alle soglie del futuro. Scopriremo come lo abbiamo generato e ci prepareremo così alla prossima mossa. Siete pronti a partire?

Amorologia
0 0 0
Libri Moderni

Cinque, Teresa

Amorologia : guida (quasi) imparziale alle relazioni e al sesso / Teresa Cinque

Milano : Longanesi, 2022

Il cammeo ; 663

Abstract: È invalsa la teoria che oggi ci si lasci più di ieri. Lo dicono gli psicologi, lo dicono gli avvocati e in effetti ci si lascia molto, ci si lascia presto. Sembra quasi che la quantità di volte in cui ci si lascia superi quella delle volte in cui ci si mette insieme, il che pone perplessità algebriche. Le coppie scoppiano, poi se ne formano di nuove, nascono famiglie allargate, i contorni delle relazioni si fluidificano, si sperimenta di più - con i corpi come con i sentimenti - e insomma la sensazione è che si faccia un gran casino. Ma intanto che sorgono nuovi (non)schemi le vecchie tignose regole tentano di resistere per ricondurci a ruoli superati (o almeno superandi). Teresa Cinque, che si definisce "ricercatrice sentimentale", ha molto errato nei territori dell'amore, in entrambi i sensi che la parola errare offre. Sia quello di sbagliare che quello di viaggiare, camminando anche sui bordi della mappa e interrogandosi sul misterioso rapporto che lega le persone tra passione, lotta e tenerezza, tra ormoni e mistica, tra gravità e leggerezza e senza risparmiarci narrazioni e aneddoti tratti dal vissuto personale (quello che si chiama sporcarsi le mani o, anche, partire da sé). Questo libro è il risultato delle sue esplorazioni e, in quanto "manuale umile", contiene diversi consigli, a cominciare dall'invito, a tutti, di prendere coscienza di quel che è accaduto tra uomini e donne finora. Dell'oppressione che un genere ha esercitato sull'altro, consapevolezza indispensabile per dialogare su basi concrete e senza continuare a fraintendersi (o fingere di). In poche parole per uscire dal garbuglio di regole, tabù, malintesi e "doveri" che quasi non ci lasciano più respirare c'è bisogno di femminismo, sia per le donne che per gli uomini. Ecco quindi la necessità di questo libro, così chiaro e talmente prezioso che avreste voluto averlo tra le mani anni fa. Fin da quando frequentavate la scuola. Anzi fin dall'asilo, perché la verità è che da lì dobbiamo ripartire, dalle basi.

Come diventare femminista
0 0 0
Libri Moderni

Basil, Priya

Come diventare femminista / Priya Basil ; traduzione di Alessandra Castellazzi

Milano : Il saggiatore, 2022

La cultura ; 1562

Abstract: Questo non è un mondo per donne. Ogni spazio che ti circonda, ogni strada su cui guidi, ogni libro di anatomia su cui il tuo medico ha studiato, perfino la temperatura media nell'ufficio in cui lavori sono stati pensati in base alle esigenze del corpo maschile. Se sei donna verrai pagata meno di un uomo, riceverai più molestie di un uomo, verrai creduta meno di un uomo raccontando di aver subito una violenza. È un mondo in cui alle donne è lasciata solo la libertà di lottare per perdere. E a volte neanche quella. Priya Basil ha sentito questa verità ribadita di continuo nel corso della sua vita: nel segreto familiare cui nonna Mumji alludeva con gli occhi bassi, nello sguardo giudicante di sua madre, che racchiudeva tutti gli sguardi - di biasimo, desiderio, disprezzo - a sua volta ricevuti, nella sua stessa esperienza quotidiana. È da qui, molto prima che dalla lettura di Hannah Arendt e Judith Butler, che è nato il suo femminismo: dalla sensazione di vivere sin dall'infanzia, al pari delle altre donne che ha conosciuto, in una gabbia senza sbarre creata dagli altri. "Come diventare femminista" è un invito ad aprire gli occhi sulla società che ci circonda e a prendere consapevolezza delle infinite limitazioni cui continua tuttora a essere sottoposto il genere femminile: perché solo rendendoci conto di quanto la discriminazione sia endemica attorno a noi - basti pensare che una persona su cinque in Europa ritiene che le donne inventino spesso accuse di abusi o di stupro - potremo fare a pezzi questo mondo e ricostruirne uno a misura di tutte e tutti. Quello di Priya Basil è un pamphlet personale diretto ed esplosivo. Un'opera che ci porta a riconsiderare le nostre stesse scelte e azioni, il modo in cui ci parliamo e ci ascoltiamo tra noi, come ci raccontiamo e come immaginiamo il futuro: perché la parola «femminista» non rimanga solo uno slogan su una maglietta alla moda, ma diventi il nome di una rivoluzione.