Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Una vita non basta - Enrico Galiano

Io non so dove troverò il coraggio per scrivere questa recensione, ma a me questo libro non è piaciuto per nulla, dato che a pag. 162 l'ho pure mollato! Ecco l'ho scritto.
Sarà perchè Galiano lo seguo sui social, sarà perchè ho letto altri suoi libri che mi erano piaciuti moltissimo, sarà che gira e rigira magari la tematica è sempre quella, sarà perchè ti amo come cantava qualcuno, ma vi posso assicurare che lasciare questo libro ha lasciato sbalordita pure me, che non vedevo l'ora di leggerlo.
La colpa ovviamente è mia, per cui consiglio vivamente di leggerlo perchè Galiano è proprio bravo nello scrivere e nell'affrontare determinate tematiche.

Aldo & Rosa - testi di Susanna Mattiangeli

Illustrazione a fumetti con brevi storie.
La prima storia è molto triste, potrebbe persino togliere al bambino la voglia di leggere le altre, ma ecco che dalla seconda in poi la situazione cambia.

Il canto della fortuna - Chiara Bianchi

Un libro stupendo. Una saga familiare che attraversa un pezzo di storia. E' talmente ben scritto che entri dentro nel libro e partecipi anche tu agli eventi.
Nel 1889 sei a Martinitt, l'orfanatrofio dove è stato collocato Angelo Rizzoli. Il suo stato di povertà è tale che solo un orfanatrofio può salvargli la vita. Ed è li che impara l'arte della tipografia. Passano gli anni, Rizzoli cresce, come cresce la sua sete di successo, di volercela fare, di far vedere al mondo che, anche se le sue origini sono povere, è riuscito a farcela da solo. Si attraversa la prima guerra mondiale e poi la seconda. Nonostante le difficoltà, Rizzoli sembra una macchina da guerra, nel vero senso della parola, compera e investe in qualsiasi cosa, il tutto sempre senza chiedere aiuto alle banche.
Tante sono i personaggi oggi famosi, ai tempi pressochè sconosciuti che hanno avuto a che fare con Rizzoli. Arnorldo Mondadori, Leo Longanesi, Nino Guareschi e poi attori del calibro di De Sica e Mastroianni. Rizzoli è ormai adulto, circondato dall'affetto dei figli e dei nipoti, ma continua a tenere le redini della sua azienda. Nessuna decisione viene presa senza il suo consenso. C'è anche il calcio, il Milan, passione del figlio Andrea. Mancano pochi capitoli alla fine del libro, un libro che non vorresti finisse mai perchè ormai sei anche tu parte di quella famiglia che ti ha tenuto compagnia per ben 476 pagine. Consigliatissimo!

Melissa e il popolo Celdi - Fabio Suraci

Un fantasy italiano che ti trattiene come si deve. La lettura è scorrevole e ti tiene incollato alle pagine non solo con il tema della magia, ma anche con temi forti come l'amicizia o l'inclusione. Diversi momenti nel libro ti fanno ridere e altri invece sono più intensi. Inoltre questo libro ha una visione particolare e diversa dal solito di vedere la magia, un modo diverso su come funziona, una delle cose che più apprezzato. Libro che ha all'interno dei personaggi meravigliosi, creature magiche e non. È importante che la gente scopra libri come questo, che capisca che anche i fantasy italiani sono degni di attenzione. Lo consiglio tantissimo per tutte l'età.

Pesci piccoli - Alessandro Robecchi

Tre vicende separate in cui i consueti protagonisti questa volta non si incontrano: un furto di materiale importante, un presunto miracolo per lo show televisivo, piccole indagini della polizia. La novità è Monterossi voglioso di nuove avventure

Tutta la vita che resta - Roberta Recchia

La narrazione che non ti aspetti...trama coinvolgente e incalzante. Libro che divori nonostante il tema davvero duro. Capacità dell'autrice di intimizzare questa esperienza e di portarla anche agli estremi. Specchio di tanto menefreghismo dei nostri tempi. Bellissimo

R: La portalettere - Francesca Giannone

Di questo romanzo salvo solo la scorrevolezza nella lettura. Per il resto, tra personaggi piatti che non si evolvono mai, fatti inseriti a casaccio e senza nesso l’uno con l’altro, il contesto storico non sviluppato e l’antipatia della protagonista, rimane la delusione per avere letto un romanzo così piatto e inspiegabilmente osannato.

La prima cosa bella - Gabriele Romagnoli

Il libro è diviso in cinque parti: cose viste, cose sentite, cose lette, cose capitate e cose pensate.
Sono storie brevissime di una paginetta quelle che si leggono. Alcune fanno sorridere, altre fanno riflettere, alcune non mi sono piaciute, altre mi rimarranno nel cuore. Consigliato!

Cartongesso - Francesco Maino

Una lettura fondamentale su quella che era la "Locomotiva del Nord-Est".
Cinica, disincantata, ferocemente vera.
L'analisi sociale che mancava anche agli stessi Veneti, per capirsi meglio.